Idee per decorazioni & ricette - Rose


È in In vista una festa di prima estate in giardino? O una grigliata con gli amici? Con le rose si possono creare non solo favolose decorazioni per la tavola, bensì anche preparare raffinati cocktail e invitanti ghiottonerie. Leggete inoltre come mantenere fresche le rose il più a lungo possibile.

Piccole, sfiziose creazioni

Per decorare la tavola potete attingere a quella riserva di piccoli contenitori che tutti abbiamo in casa: vecchi vasetti d'argilla, latta o ceramica, bicchieri colorati di plastica o anche tazzine da caffè, compagne inseparabili delle chiacchiere pomeridiane con le amiche. Riempite questi contenitori con spugna espansa per composizioni floreali, coprite la spugna con muschio, versate dell'acqua nel contenitore in modo da impregnare bene la spugna e infilatevi una rosa. Si possono poi allineare queste piccole creazioni al centro del tavolo, oppure disporle singolarmente vicino a ogni coperto, come affettuoso benvenuto a ciascun ospite.



Per le decorazioni da tavola di prima estate preferite ricorrere al professionista? Per scoprire le nostre proposte, cliccare QUI…


Verso l'alto

Eccezionali anelli portatovagliolo

Per realizzare dei simpatici portatovagliolo tagliate del filo metallico dello spessore di 1,4-1,8 mm in segmenti di 20 cm e tenete a portata di mano tanti boccioli di rosa polyantha o di rosa di cespuglio con un gambo di circa 3 cm. Utilizzando dei pezzi di filo per legatura o refe robusto, fissate i gambi dei boccioli al filo metallico di cui sopra. I boccioli devono essere disposti in modo tale che ogni bocciolo venga a coprire il gambo (e relativa legatura) del precedente (come si fa coi rami, quando si realizza la corona dell'Avvento). Per finire ripiegare ad anello, ossia a portatovagliolo, il bastoncino di boccioli di rosa copsì creato. Per trasformare questi portatovagliolo in segnaposto di grande effetto, legare un nastro di raso di ca. 40 cm al cartellino col nome e avvolgere il nastro, senza stringere, intorno al portatovagliolo, lasciando pendere un'estremità di ca. 20 cm.



Anche noi sappiamo come entusiasmare gli ospiti. Trovate i nostri highlight belli e pronti QUI.


Verso l'alto

Prego, accomodatevi!



Per una festa estiva all'aperto potete decorare coi fiori anche le spalliere delle sedie. Basta avvolgere con fili d'erba e nastri delle provette piene d'acqua, in cui avrete infilato una rosa (o un altro fiore), e fissare quindi il tutto alla spalliera della sedia.

Meglio le rose nel vaso Abbiamo in serbo per voi la più bella scelta di rose QUI.

 


Verso l'alto

Idee romantiche … in vasi di vetro!

Che si tratti di un romantico tête-à-tête con la dolce metà o di una bella festa tra amici: quando cala la sera, è il momento di accendere i suggestivi portalumini decorati con rose.

Per realizzarli, sistemare in un vaso di vetro una o più candele, a seconda del diametro, e cospargere sul fondo  dei petali di rosa. È un'idea semplice, ma di grande effetto.

In alternativa il portalumini (ovvero il vaso di vetro contenente la candela) può essere abbinato a una romantica coroncina di rose. Per la coroncina utilizzare un anello di spugna espansa per composizioni, ben bagnata, in cui avrete infilato, in ordine fitto, rose ed erba stella (alchemilla). Al centro della coroncina sistemare un vaso di vetro con una candela all'interno e il gioco è fatto.



Per la terza variante inserire un bicchiere all'interno del vaso di vetro e riempire lo spazio vuoto tra bicchiere e vaso con petali di rosa ed erba stella. Poi infilare nel bicchiere una candela, oppure un bouquet di fiori estivi o delle rose in piena fioritura. - Fleurop ha in assortimento vasi di vetro perfetti per questo impiego. I vasi si possono acquistare presso tutti i fioristi partner Fleurop, oppure si possono ordinare - insieme a una romantica composizione di fiori estivi - su www.fleurop.ch.

Tutto pronto per la festa, ma manca il tempo per il fai-da-te? Avete in vista un invito da amici e desiderate inviare un presente per ringraziarli? Bouquet meravigliosi, con o senza vaso, possono essere ordinati anche presso il professionista. QUI si accede allo shop… dove vi attendono tantissime ispirazioni.


Verso l'alto

Come "immortalare" le rose

Ricordi legati alle rose di un'estate memorabile? A una rosa ricevuta da una persona speciale? O magari voglia di godersi le rose… anche d'inverno? Allora rendetele "conservabili". Tra i vari metodi di conservazione delle rose, ci sono la ceratura e l'essiccazione.

Per la ceratura delle rose occorre della cera speciale per fiori. Si fa scaldare la cera a bagnomaria e poi la si lascia raffreddare finché si vela la superficie. Quindi si immergono le rose con almeno 3 cm di gambo con movimento rotatorio e, sempre con movimento rotatorio, si tolgono dal bagno di cera. Per impedire ai petali di marcire, la cera deve coprirli bene. Prestare particolare attenzione alla fase di solidificazione della cera, per evitare che la cera solidificata si screpoli. - Suggerimenti: i colori più difficili sono il bianco e il giallo. Se il bagno di cera è anche solo un po' più caldo del dovuto, i petali diventano marroni. Per non correre questo rischio, eseguire una prova con qualche petalo singolo. Ancora un' avvertenza importante: immergere i fiori una volta sola nella cera per evitare la formazione di antiestetici grumi di cera sui petali.



Per l'essiccazione delle rose è necessario un locale asciutto con una buona circolazione d'aria. Prima dell'essicazione lavare e asciugare bene i gambi delle rose per evitare che ammuffiscano. Poi con un elastico legare le rose in mazzi e appenderle a testa in giù (importante!). - Suggerimento: con le rose essiccate, oltre a riempire vasi o disporle in modo decorativo, si üuò creare una corona di rose, infilzando i fiori secchi in un anello di spugna espansa per composizioni floreali. Questo tipo di corona è adatta come decorazione per porte, pareti o come centro-tavola e rimane bella tutto l'inverno.

Rose da cerare e da essiccare, o anche solo da mettere in vaso così-come-sono - le trova QUI.

 


Verso l'alto

Cocktail di rose? Un'idea squisitamente raffinata…

Le rose sono veri multitalenti. Oltre a vantare una raffinata bellezza, sono anche una squisita delicatezza per i gourmet. Allora perché non preparare un cocktail di rose per San Valentino? Ecco, qui di seguito, la ricetta:

Ingredienti per 4 persone: 1 bottiglia di spumante, p. e. WHITE Secco, 4 cucchiai di sciroppo di rose di Monin, 4 cucchiai di Amaretto nonché succo d'arancia appena spremuto. - Preparazione: versare in ogni bicchiere da spumante 1 cucchiaio di sciroppo di rose e 1 cucchiaio di Amaretto, quindi rabboccare il bicchiere per metà con succo d'arancia e per metà con spumante. Mescolare brevemente. - Suggerimento: per un effetto particolarmente elegante, presentare il bicchiere con il cocktail su un piattino decorato con una rosa.

Mancano ancora le rose o i petali di rosa per la decorazione? Allora non esitate a cliccare QUI.


















 


Verso l'alto

Sorbetto di yogurt alle rose - una ricetta del leggendario Chrüter-Oski

Anche famosi gastronomi svizzeri impiegano i fiori in cucina. Così p. e. Oskar Marti alias "Chrüter-Oski" (Oskar delle erbe aromatiche). Parlando di rose va perfino quasi in visibilio, perché per lui le rose sono "come le belle donne". Per cui abbiamo voluto sapere come sono. Con tono entusiasta dichiara: "Eccitanti, affascinanti e sempre diverse. Per questo nel mio giardino coltivo i più diversi tipi di rose, che si differenziano anche nel sapore. Le rose inglesi, per esempio, hanno un carattere piuttosto mite, ad eccezione della Mister Lincoln, che ha un profumo molto intenso e un sapore molto aromatico."



Ed ecco la ricetta di Oskar Marti per un sorbetto di yogurt alle rose, ideale per l'inizio della primavera. Ingredienti per 4 persone: 7 dl di sciroppo di rose, 3 dl di yogurt, 1 rosa profumata. - Preparazione: mescolare lo sciroppo di rose con lo yogurt; tagliar via la parte biancastra e amarognola alla base del calice della rosa e tritare grossolanamente il resto dei petali; mescolare il trito al composto di sciroppo di rose e yogurt, trasferirlo nella gelatiera e lasciar congelare. - Suggerimento: prima di servire il sorbetto, Oskar Marti lo lascia scongelare leggermente e lo guarnisce poi con una bella rosa senza gambo o con una manciata di petali di rosa.

Ulteriori invoglianti ricette con le rose sono illustrate nei ricettari di Oskar Marti "Sommer in der Küche" o "Likör, Bowle, Sirup", reperibili su Internet o in libreria.

Manca ancora la decorazione per il tavolo? QUI accedete allo Shop.

 


Verso l'alto