MyFleurop: i vostri vantaggi!

MyFleurop è il Club Clienti di Fleurop grazie al quale potete approfittare di allettanti vantaggi:

  • Iscrizione gratuita
  • Registrazione semplice tramite indirizzo e-mail
  • 50 punti MyFleurop come premio di benvenuto
  • Raccolta di punti MyFleurop su tutti i canali di vendita Fleurop
  • Ordinazione di fiori più conveniente
  • Allettanti premi
  • Sorprendenti offerte speciali ed eventi
  • Ordinazione semplificata e più veloce grazie agli indirizzi memorizzati
  • Servizio di promemoria per le date importanti
  • Conto punti semplice e trasparente

Login

Per effettuare il login, vi preghiamo di immettere il vostro indirizzo e-mail e la vostra password, quindi cliccare su Login.

Se avete dimenticato la vostra password, vogliate cliccare qui per favore.

Max Havelaar



Continua a crescere la cerchia di consumatrici e consumatori che optano per le rose Fairtrade Max Havelaar per il commercio equo e solidale. Qui di seguito alcuni approfondimenti su Max Havelaar, sulla cooperazione con Fleurop e sulla tracciabilità delle rose Fairtrade tramite codice fino all'azienda coltivatrice.

Fleurop & Max Havelaar - insieme per più fairness

Max Havelaar RosenMax Havelaar Rosen

Per ordinazioni con consegna in Svizzera, Fleurop offre rose certificate Fairtrade Max Havelaar nella comprovata qualità di prima classe del commercio specializzato Max Havelaar è un'istituzione non profit fondata in Svizzera nel 1992 con lo scopo di favorire il commercio equo per i prodotti dai Paesi in via di sviluppo. Il commercio equo aiuta le piccole imprese agricole nonché i lavoratori/le lavoratrici delle piantagioni a superare la povertà con la propria forza e a rinsaldare la loro posizione nel commercio mondiale. Gli obiettivi prioritari consistono nell'assicurare premesse di lavoro dignitose per i piccoli aziende agricole e per le lavoratrici/i lavoratori nelle piantagioni nonché nel miglioramento delle condizioni di vita per le famiglie e per interi villaggi. I prodotti del commercio equo sono individuabili grazie al marchio di qualità Fairtrade della fondazione Max Havelaar. Ciò vale tra l'altro anche per le rose. Dall'ottobre 2003, Fleurop è partner di Max Havelaar e offre attraverso i suoi fioristi in Svizzera nonché su www.fleurop.ch rose con il marchio Fairtrade Max Havelaar



Verso l'alto

Con Max Havelaar e Fleurop - contributo per un mondo migliore

Max havelaar PlantageSchuleScuole, acqua potabile e assistenza sanitaria: ciò che a noi sembra ovvio, non lo è per tutti. Soprattutto non per chi vive in un Paese in via di sviluppo. Il marchio di qualità Fairtrade Max Havelaar è l'unico che integra, per tale motivo, un premio Fairtrade vincolante per i progetti comunitari. Ad ogni acquisto, il premio viene versato direttamente su un conto separato intestato ai coltivatori di fiori. Le lavoratrici e i lavoratori decidono poi democraticamente, in occasione dei loro convegni, sugli scopi ai quali destinare il denaro. Può trattarsi della costruzione di un pozzo d'acqua potabile, di scuole o di assistenza medica sovvenzionata. Possiamo prendere come esempio la fattoria floreale Inversiones Ponte Tresa nel villaggio ecuadoriano di Cayambe. max Havelaar BlumenarbeiterinQui, le e i dipendenti ricevono l'assicurazione malattia e l'assistenza medica per sé e per i familiari. Inoltre, con il premio sono state finanziate già numerose borse di studio per le/i dipendenti e i loro figli. È stato anche assunto un insegnante per corsi di computer. E infine, con il premio Fairtrade possono essere concessi microcrediti fino a 500 dollari USA, utilizzati principalmente per la costruzione di case ,per fondare aziende nuove nonché per promuovere le iniziative imprenditoriali femminili.





Verso l'alto

Max Havelaar impone elevate premesse ecologiche

Max havelaar EcuadorRosa Rosen Max Havelaar

Per chi acquista rose con il marchio Fairtrade Max Havelaar, la garanzia non si limita alla verifica dell'osservanza delle rigorose norme per la tutela dell'ambiente e delle falde acquifere tramite esperti indipendenti, ma va ben più in là. Perché Max Havelaar impone alle piantagioni certificate dalla fondazione ulteriori, severe normative nella scelta e nell'uso di fertilizzanti e disinfestanti. Gli standard Fairtrade internazionali per le rose contemplano anche criteri ambientali e proibiscono l'impiego di pesticidi tossici. L'osservanza di tali disposizioni è soggetta a controlli periodici. Esperti ambientali esterni confermano che le piantagioni certificate Fairtrade sono leader a livello ecologico e ricorrono comprovatamene in misura limitata alla spruzzatura di disinfestanti.
A proposito di acqua: grazie all'adozione di sistemi d'irrigazione a goccia e alla coltivazione idroponica (tecnica fuori suolo), negli ultimi anni il consumo d'acqua è stato ridotto quasi della metà. L'acqua d'innaffiamento residua viene spesso purificata in un circuito chiuso e riutilizzata. Le acque reflue, invece, vengono trattate mediante sistemi di depurazione naturali.


Verso l'alto

Ma chi è in effetti "Max Havelaar"?

Max Havelaar è il protagonista del romanzo "Max Havelaar ovvero le aste del caffè della Società di Commercio olandese", pubblicato nel 1860. La storia tratta dell'amministratore coloniale Max Havelaar che scopre a Giava gravi abusi commessi dai suoi superiori e mette infine in dubbio l'intero sistema colonialista. L'autore ufficiale è Multatuli. Dietro a questo pseudonimo si cela Eduard Douwes Dekker che racconta, affidandola appunto al ruolo di Max Havelaar, la propria esperienza vissuta nel corso della sua carriera a Giava. Nell'ultimo capitolo l'autore denuncia spassionatamente l'avidità, il dispotismo e l'incompetenza dell'amministrazione coloniale, di fatto non soggetta ad alcun controllo da parte del governo olandese. Il romanzo e il suo protagonista sono ancora oggi popolarissimi in Olanda. Così, quando in vari Paesi sorsero le organizzazioni con il marchio di qualità all'insegna del commercio equo e sostenibile, per i promotori della fondazione olandese la scelta del nome Max Havelaar è stata più che ovvia.


Verso l'alto

Fleurop consente di risalire per ogni rosa Fairtrade fino alla piantagione d'origine

Max Havelaar LabelWebseite Max Havelaar

Da Fleurop, tutte le rose Fairtrade Max Havelaar sono dotate di un codice che consente di risalire per ogni singola rosa fino alla relativa azienda di coltivazione. Ciò rende il mercato trasparente e incentiva la consapevolezza per il fatto che questa e tante altre rose provengono da Paesi in via di sviluppo e che anche noi abbiamo una certa responsabilità nei confronti delle donne e degli uomini che le coltivano.

Quintessenza: se comperate da noi una rosa Fairtrade e digitate il relativo codice nell'apposita casella "Fairtrade-Code / FLO-ID" sulla pagina iniziale di www.maxhavelaar.ch, potete informarvi su come la fattoria che l'ha prodotta utilizza il premio Fairtrade.


Verso l'alto

Le rose Fairtrade dai Paesi in via di sviluppo sono sostenibili anche dal punto di vista ecologico

Fair Trade Blumenarbeiterin

In base a uno studio di "myclimate", nonostante il trasporto in aereo non è affatto insensato acquistare in Svizzera rose provenienti dall'Ecuador o dal Kenya. Le serre europee devono essere infatti riscaldate e richiedono la luce artificiale. Secondo "myclimate" la quantità di energia così impiegata supera di cinque volte quella necessaria per l'importazione delle rose per via aerea. Le condizioni climatiche in Sudamerica e in Kenya sono invece ideali di per sé grazie alla vicinanza all'equatore, per cui le serre non devono essere né riscaldate, né illuminate.

Di più sul tema Max Havelaar





Verso l'alto