Login

Per effettuare il login, vi preghiamo di immettere il vostro indirizzo e-mail e la vostra password, quindi cliccare su Login.

Se avete dimenticato la vostra password, vogliate cliccare qui per favore.

MyFleurop: i vostri vantaggi!

MyFleurop è il Club Clienti di Fleurop grazie al quale potete approfittare di allettanti vantaggi:

  • Iscrizione gratuita
  • Registrazione semplice tramite indirizzo e-mail
  • 50 punti MyFleurop come premio di benvenuto
  • Raccolta di punti MyFleurop su tutti i canali di vendita Fleurop
  • Ordinazione di fiori più conveniente
  • Allettanti premi
  • Sorprendenti offerte speciali ed eventi
  • Ordinazione semplificata e più veloce grazie agli indirizzi memorizzati
  • Servizio di promemoria per le date importanti
  • Conto punti semplice e trasparente

Candele: per un’atmosfera incantata

Desiderate saperne di più sull'origine delle candele, sul loro simbolismo o sull'invenzione dell'orologio a candela? Allora cliccate sui titoli che più vi interessano. E poi: buona lettura!

Candele: un tempo care o velenose


Oggi le candele possono essere scelte a piacere da una gamma pressoché infinita. Quest'oggetto, ai nostri tempi così ovvio, ha però origini ancestrali che si perdono nella notte dei tempi. Si suppone che siano stati gli antichi Romani i primi a servirsi di candele di sego (grasso animale), pece e cera. Dal secondo secolo d. C. entrarono in uso le candele di qualità migliore, fatte di cera d'api. Ma a causa delle quantità molto limitate di tale materia prima le candele erano carissime, tanto che soltanto i ricchi e il clero potevano permettersele. I meno agiati hanno dovuto accontentarsi per molto tempo delle candele di grasso vegetale o animale, che producevano fuliggine, puzzavano e avevano un colore ben poco allettante. Per abbellirle, nel XVII secolo s'inizio ad aggiungere arsenico al sego con il risultato che le candele divennero senz'altro più bianche, ma anche velenose. Per fortuna nel XVIII secolo sorsero le prime fabbriche di candele di cera d'api che potevano produrne grandi quantità. Fu scoperto inoltre lo spermaceti, una sostanza cerosa presente nel capo dei capodogli, che consentiva di produrre candele di un bel bianco lucido. Nel XIX secolo furono infine sviluppate la stearina (1818) e la paraffina (1837). Grazie a tutti questi progressi, i costi per la produzione delle candele si ridussero progressivamente, tanto che ormai possiamo permettercele tutto l'anno. Vale comunque la pena di acquistare candele di buona qualità e di produzione svizzera. Anche se spesso sono un po' più care, durano più a lungo, si consumano più uniformemente, non gocciolano e non producono fumo.

Consigli per la cura delle candele sono visionabili QUI.

Informazioni per la scelta giusta delle candele sono visionabili QUI.

Suggestive idee con e senza candele vi attendono QUI.

 


Verso l'alto

Le candele simboleggiavano la luce del sole


Composizione naturale con candela
Per comprendere perché l'essere umano si sente magicamente attratto dalla luce di candela, bisogna sapere che la fiamma della candela rappresenta simbolicamente il sole. Il sole è la fonte della vita. Per tale motivo è stato oggetto di venerazione fin dalla preistoria, trasceso a divinità da numerose culture e sostituito simbolicamente durante la notte o d'inverno dal fuoco, da lampade a olio, da fiaccole e più tardi dalle candele. Nel contesto della luce e delle tenebre si dava grande importanza al solstizio d'inverno, perché segnava il giorno in cui il sole iniziava di nuovo a splendere più a lungo, preannunciando il risveglio della natura. Il solstizio d'inverno rappresentava quindi la vita e la resurrezione. Oggi quest'evento cade il 21 o il 22 dicembre A suo tempo invece, in base al calendario giuliano introdotto da Cesare, si festeggiava il 25 dicembre. Così, in questa data particolare nell'impero romano si celebrava la rinascita di Sol Invictus, l'antico dio del sole. Praticamente nello stesso periodo i cristiani fissarono la nascità di Gesù alla stessa data. In dicembre l'uso delle candele è più diffuso che mai perché fanno atmosfera e sono semplicemente un elemento imprescindibile nel periodo d'Avvento e di Natale.

Consigli decorativi con candele vi attendono QUI.

Scoprite tante idee per l'atmosfera d'Avvento: QUI.

 


Verso l'alto

La candela d'Avvento è una discendente dell'orologio a candela?


Oltre a essere belle, le candele sono anche utili. Per un certo periodo hanno assunto perfino la funzione di orologio. Non si sa quando ciò sia accaduto per la prima volta. Ma in una poesia cinese del 520 d.C. è menzionato un orologio a candela per segnare le ore di notte. In Europa l'esistenza dell'orologio a candela è comprovata a partire dall'880 d.C. perché se ne serviva il re anglosassone Alfredo il Grande per strutturare il decorso della propria giornata. Gli orologi a candela adempivano a due compiti contemporaneamente: misurare il tempo e illuminare l'ambiente. Più tardi scandivano il tempo anche acusticamente: in ogni tacca oraria della candela graduata era inserito un chiodo di rame. Man mano che la candela si consumava, i chiodi cadevano in una bacinella metallica segnalando il trascorrere delle ore. Un orologio a candela più sofisticato fu inventato nel 1206 dall'ingegnere arabo al-Jazari. Il modello era dotato di quadrante ed era alquanto esatto.
Oggi alcune candele d'Avvento ricordano gli orologi a candela. Non segnano il tempo in ore, ma riportano dei contrassegni per ogni giorno del periodo d'Avvento, cosicché a Natale dovrebbero essere consumate. Dopodiché giunge il momento di sostituirle con tantissime candele di Natale per creare un'atmosfera calda e accogliente.

Suggestive decorazioni con candele e ghirlande luminose vi attendono QUI.

 


Verso l'alto

Innumerevoli, enormi, pesantissime…


Suggestivo Avvento
Anche le candele vantano i propri record, alcuni dei quali sono perfino riportati nel Guinness dei primati:

  • Il reparto dei giovani esploratori di Bipp-Wiedlisbach (BE), per esempio, ha costruito a suo tempo una candela alta circa 4 metri che pesava ben 1,5 tonnellate.
  • La proprietaria dell'atelier di candele a Rüschegg (BE) creò un angelo luminoso fatto di 8888 candele per il quale aveva raccolto nel corso dell'anno 1,3 tonnellate di resti di cera.
  • Nel comune belga di Malmedy erano accese - incredibile ma vero - 194'672 candele contemporaneamente su un unico albero di Natale. C'è da chiedersi come gli organizzatori siano riusciti ad accendere tutte le candele per tempo, in modo che le prime non fossero già consumate quando venivano accese le ultime.

Peccato pero che il libro Guinness esista solo dal 1955. Perché nel 1885, quando il re Ludovico II ricevette nel castello di Herrenchiemsee l'attrice Marie Dahn-Hausmann, non si limitò a lussureggianti decorazioni floreali, bensì illuminò il castello con niente di meno che 4000 candele. Ancora più pomposa fu una festa della Corte Sassone a Dresda nel 1779: Per l'occasione furono impiegate perfino 14'000 candele.

Per scoprire idee regalo e decorazioni degne di record cliccare QUI.


Verso l'alto

Come mai le candele svizzere durano di più


Charmanter Adventskranz
I fioristi partner Fleurop puntano nuovamente sulle candele di qualità, per lo più di produzione svizzera. In genere sono un po' più care, ma si consumano più uniformemente, durano più a lungo, non gocciolano e non producono fumo. Tipici esempi per candele svizzere sono tra l'altro quelle delle ditte Schulthess e Weizenkorn.
La differenza rispetto a prodotti di altri paesi sta nella qualità della materia prima. Le ditte svizzere acquistano paraffina pregiata, integralmente raffinata e con un basso contenuto d'olio. Collaborano inoltre con fornitori affidabili, curando una cooperazione decennale.
Ciò comporta il vantaggio dell'insorgere di un edificabile rapporto di fiducia tra fornitore e produttore di candele. Ma sono determinanti anche gli elementi complementari, come la scelta dello stoppino adeguato in base al tipo di paraffina. Non va però dimenticato che anche le candele di qualità richiedono un trattamento corretto. Ciò vale particolarmente per le candele colorate in superficie o fatte con cera colorata o per le candele profumate.

I consigli per la cura delle candele sono visionabili QUI.

Suggerimenti per la scelta giusta delle candele: QUI.

Scoprite tante idee decorative con candele: QUI.

Luminosi spunti per l'Avvento vi attendono QUI.


Verso l'alto